Posts Tagged Libera informazione

IO ODIO… LORO!

Odio Loro!
Odio Loro!

La lista è in continuo aggiornamento!!! Se ritenete che io debba odiare qualcuno in più contattatemi!
La lista è in ordine alfabetico… e linka alle relative pagine di Wikipedia! Questo solo per farvi conoscere meglio le persone, con lo stesso obiettivo che si pone il libro “Se li conosci li eviti”.

Odio:

http://it.wikipedia.org/wiki/Sandra_Lonardo

, , , , ,

Nessun commento

IO ODIO…

Io Odio!
Odio!

Odio questo Stato… in tutti i sensi!
Odio questa politica, fatta di favori, mafia e corruzione
Odio questo sistema fiscale, macchiavellico, non-chiaro, inefficiente e che non rende quello che prende
Odio vedere cervelli italiani costretti ad andare all’estero per realizzarsi
Odio veder pregiudicati in politica
Odio vedere che la legge per i nemici si applica e per gli amici si interpreta
Odio le leggi ad personam
Odio non poter scegliere chi eleggere
Odio questa nostra finta libera informazione
Odio la P2 che c’è stata e il progetto che stanno tuttora realizzando
Odio Telecom, reale blocco al libero mercato di telefonia e internet
Odio sapere che i parlamentari hanno diritto alla pensione dopo due anni e mezzo e vogliono continuamente alzare l’età pensionabile agli altri
Odio i finanziamenti ai partiti e ai giornali di partito
Odio la RAI e la TV italiana, fatta di programmi spazzatura e reality atti ad anestetizzare il popolo
Odio la paura che si prova nel camminare per alcuni quartieri
Odio rendermi conto che se mi entra un ladro in casa e succede qualcosa (del tipo il mio cane lo aggredisce, si fa male scavalcando la ringhiera, etc.) mi può far causa e quello che rischia guai seri, SONO IO!
Odio gli altissimi prezzi degli immobili e i mutui trentennali o, peggio, quarantennali
Odio i prezzi degli affitti, che portano via oltre la metà (se non quasi tutto) di uno stipendio medio
Odio l’Università, solo perchè non c’è alcuna sicurezza di lavoro dopo di essa
Odio l’Università, continuamente riformata e appiattita di livello
Odio tutti questi lavori e lavoratori con Partita IVA “occasionale” o contratto a progetto, senza garanzie di un lavoro duraturo e, così, senza garanzie per accendere un mutuo ed iniziare a costruirsi una vita
Odio gli appalti statali, quasi tutti pilotati e volti a mangiar fondi pubblici
Odio gli sprechi della politica e gli stipendi dei politici tra i più alti e immeritati al mondo
Odio l’ignoranza, mascherata dietro belle parole, che aleggia in Parlamento
Odio le tasse che ci sono ancora, ma che non dovrebbero esistere più (un esempio, le accise..)
Odio tutta la burocrazia all’italiana, volta a perdere tempo e denaro
Odio questo vivere caotico, sempre di corsa e senza tempo da dedicare alla famiglia e alle passioni
Odio le leggi bavaglio e ammazza-blog, ulteriori paletti alla libera informazione
Odio il calcio italiano, strapagato, spacciato da italiani come migliore al mondo, ma marcio e malato a causa degli interessi che ne girano attorno
Odio gli inceneritori e il nucleare, spacciati per alternativi, ma dannosi per ambiente e persone

Amo l’Italia, paese splendido, dalle potenzialità illimitate, con gente magnifica, una storia bellissima, dei cibi buonissimi, una passione senza eguali, dei paesaggi impossibili da sognare, delle tradizioni fantastiche, etc… etc… etc…
… ma odio essere italiano!

, , , , ,

1 commento

RAI, l’altra faccia di Mediaset!

Purtroppo eccomi di nuovo a criticare l’operato statale.
Ricordiamo che la RAI dovrebbe essere la nostra televisione PUBBLICA… come dice qualcun’altro, sono i nostri dipendenti…
Ma allora qualcuno mi spiega perchè la RAI fa tutto e solo quello che dice Berlusconi? L’unica isoletta che ancora cerca di dire la sua in modo indipendente è RAI3 e proprio per questi suoi atteggiamenti “troppo liberi”, eccoci a voler cambiare i vertici al comando della terza rete.
Naturalmente le voci sono molteplici… c’è chi grida al complotto e c’è chi dice si voglia metterle il solito fidato berlusconiano al controllo della rete, per tagliare le gambe anche all’ultima voce fuori dal coro.
Io son stufo di dire e pensare queste cose… però ci sono dei comportamenti che mi lasciano completamente basito…

Intanto, le trasmissioni più seguite e più intelligenti (dico così per eliminare tutta la TV spazzatura contenente i purtroppo troppo seguiti reality anestetizzanti), sono ‘AnnoZero’, ‘Report’ e ‘Ballarò’.
Una delle trasmissioni più di parte e meno informativa della RAI è invece ‘Porta a porta’.
Fantastico, nel giro di un paio di settimane sono state toccate tutte dalle forze oscure della “nuova Propaganda”… come?
Così:

  1. Porta a porta, spostato nel palinsesto per essere trasmesso in prima serata, in onore del lavoro svolto da Berlusconi a L’Aquila;
  2. Ballarò, spostata la data di apertura del programma alla settimana successiva per lasciare più audience possibile alla trasmissione Porta a porta, atta a dimostrare agli italiani che il nostro Superman sta facendo qualcosa di concreto;
  3. Report, eliminata la copertura legale al programma, programma andato in tribunale diverse volte, ma senza mai perdere una sola causa;
  4. AnnoZero, ritardi nello stipulare i contratti con tutti i collaboratori del programma, contratti tra i quali non raffigura ancora Travaglio, che non si sa se parteciperà come collaboratore o come ospite per tutta la serie del programma.

Allora, qualuno mi spiega per cortesia cosa sta succedendo?
La Gabanelli è una persona in gambissima che presenta un programma bellissimo. E’ una giornalista “d’assalto”, chiamata in tribunale diverse volte, ma che non ha mai perso una causa… che gesto è quello di togliere la copertura legale al programma?
Un’intimidazione? Così dovranno pagarsi gli avvocati? Il programma racconta della verità scomoda ed è ovvio che in molti provino a metterli KO con cause legali… perchè non “proteggerli” più, se effettivamente non hanno mai perso una causa?
Sembra un ricatto a non raccontare più le verità scomode…

Santoro è una persona rispettabile, non piace a tutti, ma sta guadagnando un consenso formidabile.
Inoltre il suo programma è uno di quelli che incassa di più di tutti dagli introiti pubblicitari, quindi non ha forse la RAI interesse a mandarlo in onda? Ripetiamo che la RAI è pubblica (o almeno dovrebbe…) e dovrebbe fare i calcoli di quanto guadagna con AnnoZero e di quanto perderebbe nel perdere consensi sul programma… qui qualcosa non va. Sembra quasi come se una forza superiore fosse sfavorevole a questo programma, anch’esso dedito a raccontare verità scomode, e stia pressando per controllare maggiormente il programma, inserendo personaggi fidati e rallentando l’entrata di personaggi scomodi… il programma probabilmente lo avrebbero già chiuso, se avessero potuto… e ci hanno provato! Peccato che Santoro in causa con i vertici RAI deve trasmettere per una sentenza definitiva della Cassazione… gatta ci cova, sempre di più…

Ballarò sinceramente non mi piace moltissimo, ma devo dire che anch’esso, nel suo piccolo, dichiara qualche verità scomoda. Certo non nella misura degli altri programmi, ma nel suo piccolo sembra comunque cercare una sua corrente, talvolta forse pilotata, talvolta in leggera controtendenza… e naturalmente avere un possibile programma concorrente durante la serata dedicata al divinizzare il Presidente del Consiglio, non è benvoluto…

Ma benvoluto da chi? L’unico che ci guadagna qualcosa, sembra essere proprio Berlusoni?! O no?
L’unica persona che potrebbe avere il potere e interesse a far tutte queste cose contemporaneamente sembra proprio essere il nostro Superman!!!
Quindi, secondo me, o sono tutte coincidenze astrali o il nostro Clark Kent ci ha messo lo zampino…
Voi che dite?

, , , , , , , , ,

Nessun commento

Berlusconi a L’Aquila! Ciò che non ha fatto!

Mi scuso per la citazione e il furto dell’immagine, ma in questo periodo in cui la RAI è impazzita, togliendo la tutela legale a Report, non rinnovando i contratti con i vari collaboratori di Annozero e Santoro, facendo slittare la partenza di Ballarò e mettendo Porta a Porta con il fotocartaigienico Bruno Vespa…. BRUNO VESPA!!!!!… e tutto questo solo per elogiare il cavaliere e tutti i suoi lavori fatti e svolti a L’Aquila…

Ma vorrei proprio vedere cosa ha fatto a L’Aquila… vai a parlarne ad Annozero e vediamo cosa dici… facile andare da Zerbino Vespa…

Comunque… guardate questa immagine…

Silvio Berlusconi a L'Aquila
Silvio Berlusconi a L’Aquila

L’ho presa da VoglioScendere, da un magnifico articolo di Corrias, che voglio linkare:
http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/post/2329400.html

Buona lettura… guardate quanto ha fatto il vostro amico Silvio…
e diffidate dell’informazione di Vespa… non fa informazione, ma propaganda… o meglio Propaganda Due!

, , , , , , , , ,

Nessun commento

Le alternative agli inceneritori e al nucleare

I nostri politicanti fanno finta di non sapere che gli inceneritori sono un suicidio e una fonte di problemi infinita, anzi cercano di smentire e di convincervi che sono necessari, senza informare realmente sulle alternative.

Le alternative sono:
raccolta differenziata (a Verona non si fa ancora, a Villafranca nemmeno… sono tantissimi i comuni che non la fanno ancora!);
impianti di differenziazione della frazione “secca” dei rifiuti (impianti che aiutano a fare la differenziata, sul non-differenziato;
modernizzazione delle centrali elettriche esistenti, che raddoppierebbero la loro produzione di energia elettrica (è vero! dal 30% al 60%!), consumando la metà. Quindi inquinando la metà avremo la stessa energia, bello no? Oppure consumando la stessa quantità avremmo il doppio di energia, leggetelo un po’ come vi pare!;
incentivi alla produzione di energia elettrica localizzata (ossia non con pochi grossi impianti, ma con tanti piccoli impiantini, anche domestici), che siano essi:
1) fotovoltaici elettrici (sole=elettricità),
2) solari termici (sole=calore+acqua calda),
3) eolici (aria=elettricità),
4) geotermici (terreno=calore+acqua calda).
Questi impianti, se incentivati, non costano molto, producono energia elettrica e termica, si ripagano in periodi che vanno da 5 a 15 anni, fanno risparmiare sulle bollette, limitano i consumi, non inquinano e fanno anche guadagnare qualcosina, rivendendo l’energia prodotta in eccesso!

E voi mi direte… ma allora perchè non li fanno tutti?
Perchè non si conoscono, non vengono pubblicizzati perchè le autorità e le amministrazioni ne sono spaventati, perchè se uno si produce l’energia poi non paga più le bollette. Ti immagini quanto risparmiereste se voi non doveste mai più pagare l’ENEL e il GAS?

Non so se lo sapete, ma ora voi date da bere alle piante in giardino con l’acqua potabile e tiri l’acqua del water usando sempre acqua potabile. Perchè, visto che l’acqua potabile costa?
Ci sono impianti di ricircolo e purificazione dell’acqua piovana, che costano poco!, che ti permettono di tirare l’acqua del water con l’acqua piovana purificata (è trasparente e pulita lo stesso!) e inoltre puoi dare da bere al giardino, all’orto e ai campi sempre con quest’acqua, che non ti costa niente, perchè è quella piovana che tu raccogli in un serbatoio! Si potrebbe addirittura utilizzare l’acqua di scarico della lavatrice o della lavastoviglie per il water! Le possibilità sono tantissime!
Con questi impianti si dimezzerebbero i consumi di ACQUA POTABILE, dimezzando così anche quella bolletta…

Senza dover pagare più LUCE e GAS e pagando metà dell’ACQUA, quanto risparmiereste? TANTO… e inquinereste meno, migliorando la qualità dell’aria che vi sta attorno, quindi campando in media più anni.
Ma tutte queste cose non le dico solo io… le dicono milioni di studiosi, ricercatori e tra gli scienziati tra i più importanti al mondo.
Ma quelli che si spacciano per i nostri rappresentanti, che dovrebbero pensare al bene di tutti, non te lo dicono, perchè ci sono troppi interessi dietro.

, , , , ,

Nessun commento

L’inefficienza delle centrali nucleari

Per valutare l’efficienza energetica di impianti di produzione di energia elettrica, si usano alcuni indici (tra questi uno si chiama EROI), che valutano l’energia ricavata per unità di energia spesa.
Cosa vuol dire?
In soldoni, si prende un pezzo di carbone, quel carbone è costato tot e per estrarlo c’è stato bisogno di spendere 3 di energia. In una centrale a carbone, riesco ad ottenere 8 di energia…
8-3-(costo+trasporto del materiale)=più o meno 5, quindi è conveniente.
Il discorso non è così semplice, in realtà, ma è un buon esempio per capire come funziona. Inoltre spesso non si tiene conto di emissioni, impatto ambientale, studi epidemiologici sulla salute degli esseri viventi e soprattutto sull’essere umano. Secondo me bisognerebbe dare un valore economico all’inquinamento ambientale, valori di emissioni leggermente inquinanti si paga un po’, valori di emissioni molto inquinanti si paga tantissimo! Così, i cementifici che inquinano moltissimo, più degli inceneritori stessi, diventerebbero fuorilegge e sconvenienti economicamente, quindi si svilupperebbero metodi più efficaci di abbattimento delle polveri e si costruirebbe meno.

Tutto questo per dire cosa?
Riguardo al nucleare, i costi energetici di estrazione dell’uranio-235 (quello usato nelle centrali) supera l’energia che questo materiale radioattivo può dare (non è sempre vero… più o meno in media quello che consumo è quello che posso produrre, che vuol comunque dire che non è efficiente ed è inutile!), senza tener conto che poi non si sa come smaltire le scorie, che ovunque vengano messe inquinano ambiente, terreni, falde acquifere.
Allora voi mi direte, perchè lo estraggono se costa di più estrarlo che usarlo per produrre energia?
Perchè lo estraggono nei paesi poveri, dove mandano qualche negretto a fare il lavoro sporco (e muore anche tanta gente!) e dove l’energia costa poco, per poi trasportarlo nei paesi più ricchi (Italia compresa), dove il ritorno economico è maggiore.
Cioè, sempre in soldoni, lo estraggono nel terzo mondo spendendo 10 kilowatt di energia, ad 1 centesimo al kilowatt per poi ri-trasformarlo in energia nei paesi più ricchi, ottenendo 6/7 kilowatt, che però rivendono a 1 euro al kilowatt… il guadagno è ovvio, come è ovvio che il bilancio energetico è negativo e che energeticamente non conviene! Anche questo discorso andrebbe affrontato meglio, ma questo vuole essere un esempio giusto per capire.

Quindi, il nucleare in Italia è tutta speculazione di soldi pubblici… ci saranno i soliti, Marcegaglia, Impregilo, etc..etc.. che costruiscono impianti che portano ad un impatto ambientale che distruggerà l’Italia, che alzerà i tassi di mortalità per tumore, cancro, per malattie cardiovascolari e respiratorie, solamente per intascarsi qualche milionata di soldi pubblici.

Inoltre, il fabbisogno di Uranio per le centrali esistenti è maggiore dell’Uranio estratto, ad ora. Figuriamoci aggiungendo il fabbisogno di centrali che verranno pronte fra 10 anni! La presenza di uranio-235 al mondo è in declino, abbiamo superato la metà delle scorte mondiali ed ora ce ne sarà sempre meno e costerà sempre di più! Tale tecnologia è morta!!! Inefficiente, costosa e inquinante… le ha tutte per non essere sviluppata e dovremmo tutti ribellarci, anche incatenandoci ai cantieri, chiedendo dialogo con le amministrazioni, chiedendo di finire in televisione a dire quello che i giornali non dicono! Ci spacciano il nucleare come una soluzione, che non è!

Solo per fare un confronto, la Germania, che Dio se la prendi (lo dico solo per invidia, non fraintendetemi!), ha rifatto un sondaggio di recente, e ha oltre i 2 terzi della popolazione che è contraria al nucleare. Hanno fatto un piano energetico riguardante i loro 19 reattori nucleari che prevede lo spegnimento di tutti questi reattori entro il 2021.
Inoltre, Berlino di recente ha dichiarato di voler soddisfare il fabbisogno di tutte le sue utenze private con energia derivante da fonti rinnovabili entro il 2015 e di voler soddisfare il fabbisogno energetico totale della città, comprensivo di centri commerciali e industriali, più “energivore” entro il 2025.
Berlino, una delle metropoli più grandi e importanti di tutta Europa.

E noi Italiani, stiamo pensando al rilancio di inceneritori e nucleare.

In Italia gli impianti medi dell’Enel hanno un efficenza pari al 30%. Vuol dire che prendiamo petrolio che potrebbe produrre 100Kw, ne estraiamo 30 da immettere nella rete e 70 li buttiamo via sotto forma di calore. Gli impianti di ultima generazione, possono produrre fino al 60% di energia elettrica, in coogenerazione con una produzione aggiuntiva in coogenerazione pari al 20/30% di energia termica, da distribuire alle case sotto forma di calore o acqua calda, con rese di punta che possono arrivare quasi al 90%.
Sarebbe interessante, ecologico (meno consumi, meno emissioni), sano (meno emissioni, meno malattie), meno dispendioso (meno consumi, meno spese e maggiori rese) fare riadattamenti di centrali elettriche esistenti per modernizzarle e aumentarne l’efficienza, invece di proporre la costruzione di nuove centrali, tra le quali le nucleari, che sono in assoluto le più problematiche dal punto di vista di un futuro sostenibile.

Ma questo non si dice, perchè bisogna mangiare i soldi pubblici (ossia quelli dei vostri F24, che sperate di ritrovarvi nella pensione, che forse non vedrete mai!), con impianti inefficienti che porteranno malattie e danni all’ambiente… tutto questo solo per fottere qualche milionata di euro statali, ossia soldi nostri, delle nostre tasse… inoltre vorrei ricordare che una centrale nucleare costa qualche MILIARDO di euro, e non semplici milionate… forse con una miglior gestione dei soldi pubblici potremmo ridurre la pressione fiscale italiana, che nel 2009 ha raggiunto il picco massimo storico!

, , , , ,

2 Commenti

Lettera aperta al Presidente della Camera dei Deputati – Giancarlo Fini

Ho inviato una mail a Giancarlo Fini.
Se la pensate come me, vi invito a fare altrettanto cliccando qui!
Di seguito il testo della mail che ho mandato… siate liberi di copiare, citare, cambiare o di scrivergli quello che volete!

“Buongiorno Presidente,
le scrivo per darle il mio appoggio nella sua guerra contro Berlusconi.
Purtroppo il Premier non mi rappresenta più.. in tutti i suoi inciuci con la mafia (vedi Previti, Mangano, Dell’Utri, Ciancimino, Gelli, e chi più ne ha più ne metta… comincio a pensare anche a Strano e a Sgarbi con tristezza!), con i suoi family day e al contempo stesso le escort e le minorenni, con il suo dominio dei mezzi d’informazione, con la lotta che non condivido contro Genchi e la magistratura in generale, con il suo falso moralismo, con la sua influenza sul Giornale (fatto strano vista la legge Mammì.. gli stessi Feltri e Bocchino hanno dichiarato che è Silvio l’editore del Giornale e non Paolo, Feltri in un suo articolo, Bocchino alla trasmissione “La zanzara” questa sera su Radio24), la causa Mondadori, la causa per MediaTrade&CO, l’anticostituzionale lodo Alfano (il lodo salva-Berlusconi, anche detto), il processo Mills, i vari falsi in bilancio, etc..etc..etc…..
Ce n’è sempre di più, e siamo sempre di più noi che apriamo gli occhi!
La rete sta crescendo e sta prendendo consapevolezza di se e di quello che gli accade attorno!

Faccia la scelta giusta… solo io conosco almeno una cinquantina di persone che ritengono di essere di destra, ma che non ne possono più di Berlusconi!
Io stesso voto Italia Dei Valori… e mi ritengo di destra! Io ho bisogno di una destra, magari volta al sociale per garantire un benessere agli italiani medi, ma ad ora voto IDV perchè voglio che venga fatta pulizia in politica!
Se lei si distacca da Berlusconi, facendo una sua destra, senza alleanze con PDL, Lega, UDC o PD, ma solo con IDV se fosse necessario, io la voterei! E come me tanti altri! Tanto si sa, destra e sinistra sono morte, non esistono più! Sono concetti ben radicati nella testa dei più ignoranti, ma li smantelleremo presto!

Ci stupisca…

Un cittadino deluso”

, , , , , , , , ,

Nessun commento

Il delirio di Onnipotenza Manifesta del premier

Siamo al delirio più totale. Un delirio di ONNIPOTENZA MANIFESTA!
Berlusconi probabilmente si sente troppo braccato e oramai le denunce, le querele e gli attacchi dai suoi mezzi mediatici (praticamente quasi tutti i mezzi mediatici più importanti del paese) contro i suoi “nemici” sono all’ordine del giorno.

Dopo aver già querelato El Paìs e Repubblica per delle foto, che ritraggono il Premier in situazioni di dubbia moralità e infedeltà nei confronti dell’ex moglie Veronica Lario (che sembrava essere a conoscenza della cosa, anzi sembra ci fosse un accordo ormai decennale di “open marriage”, ossia un matrimonio stile coppia aperta, dove entrambi potevano, nel rispetto dei figli, vivere la loro vita sentimentale e sessuale come più preferivano), pubblicate sul giornale spagnolo e riportate da quello italiano a Giugno, ora fa di più!
Il delirio è totale… In più o meno una settimana ha:

  1. ripristinato Feltri alla direzione de “Il Giornale“, quotidiano di proprietà del fratello e nel quale lui non dovrebbe metter becco, in base alla legge italiana n. 223 del 6 agosto 1990, “Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato“, comunemente conosciuta come legge Mammì dal nome del primo firmatario, gli vieterebbe di possedere un quotidiano in quanto, perderebbe tutte le concessioni televisive;
  2. attaccato la famiglia Agnelli e Moratti… geniale! Attacchiamo i morti e quelli più sporchi, così facciamo vedere che io sono pulito!
  3. richiesto 1 milione di euro per danni alla “Repubblica“, quotidiano di Carlo De Benedetti al quale Silvio Berlusconi ha fregato la Mondadori con una sentenza comprata da Cesare Previti corrompendo il giudice (stabilito dalla Cassazione nel 2007), per le 10 domande che “Repubblica” ha fatto al Premier e pubblicato sulla testata in attesa di avere risposte, mai avute. Lo stesso Berlusconi ha definito il quotidiano così: “Repubblica è un super-partito politico di un editore svizzero con un direttore dichiaratamente evasore fiscale“. Primo, che lui abbia la cittadinanza in Svizzera è noto e non va contro la legge, visto inoltre che con la doppia cittadinanza versa le tasse in Italia; non è mai stato provato che De Benedetti abbia evaso tasse (che io sappia!), anzi a sentir dire quello che dice lui ne ha addirittura pagate di più perchè non si è avvalso di una norma sull’imposta di registro nel 2000. Così io dico: “Ma da che pulpito?”
  4. denunciato in modo analogo, tramite il berluscones avvocato Mavalà Ghedini, il quotidiano spagnolo “El Paìs” (si sapeva già che non scorre buon sangue) e il settimanale francese “Novel Observateur” per gli stessi motivi. Inoltre Ghedini ammonisce di cause per diffamazione anche contro giornali britannici. Attenti voi che date le notizie… attenti…
  5. sparato a zero contro il direttore dell’”AvvenireDino Boffo, tramite il berluscones Feltri appena ripristinato, spolverando lettere anonime e sentenze passate che lo punivano per il reato di molestie, sbandierandone le tendenze sessuali (che non dovrebbero fare notizia in un Paese civile, tantomeno in un quotidiano), per di più in vista della cena con il cardinal Bertone per la Perdonanza in Abruzzo, saltata proprio a causa di queste accuse. Che tempismo perfetto…;
  6. minacciato il Consiglio Europeo, chiedendo le dimissioni di portavoce perchè secondo lui le loro espressioni vengono strumentalizzate. Dice: “Non daremo più il nostro voto, bloccando di fatto il funzionamento del Consiglio Europeo ove non si determini che nessun commissario europeo e nessun portavoce possa intervenire più pubblicamente su nessun tema.” E prosegue: “Chiederò che commissari e portavoce di commissari che continuino nell’andazzo di tutti questi anni vengano dimissionati in maniera definitiva!“… disse il monopolizzatore dell’informazione italiana contro chi gli remava contro… La gaffe del premier, naturalmente, ha subito scatenato le ire di Martin Schulz, capogruppo al parlamento europeo dei socialisti e dei democratici, che ribatte: “Silvio Berlusconi non dovrebbe nemmeno sognarsi di dire all’Ue di stare zitta», afferma. «Facciamo appello alla presidenza Ue e al presidente della Commissione Barroso a reagire immediatamente e personalmente contro questo attacco inaudito alle istituzioni europee»… geniale… semplicemente geniale… ma non è finita qui;
  7. denunciato Antonio Di Pietro, per questa sua dichiarazione rilasciata all’ANSA il 1° Settembre: “Gli accordi di cui parla Silvio Berlusconi non portano beneficio all’Italia in quanto l’Italia è screditata e ogni giorno viene screditata e ridicolizzata di più da questo suo comportamento. Gli accordi con la Libia portano vantaggi solo alle sue saccocce e a quelle dei suoi amici imprenditori i quali vanno a fare affari in Libia alle spalle della credibilità del nostro Paese, alle spalle dei cittadini e di tante persone che vengono trattate come animali dal rais di Tripoli. Berlusconi, invece di fare l’autostrada in Libia, facesse le autostrade e le altre infrastrutture in Italia che ce n’è veramente bisogno“. Che bisogno c’era invece di denunciare Kriptonite Di Pietro, proprio non si capisce…
  8. mandato due citazioni per danni per un totale di due milioni di euro, tramite il legale romano Fabio Lepri, all’”Unità“. Cito direttamente dal sito dell’Unità: “Il capo del governo chiede inoltre la condanna a una pena pecuniaria di 200.000 euro ciascuna per il direttore responsabile Concita De Gregorio, per le giornaliste Natalia Lombardo e Federica Fantozzi, per l’opinionista Maria Novella Oppo e per la scrittrice Silvia Ballestra. La richiesta si riferisce a tutti i servizi dedicati allo scandalo sessuale che ha coinvolto il premier pubblicati sui numeri del 13 luglio e del 6 agosto del quotidiano: gli editoriali del direttore (intitolati “L’etica elastica” e “Iniezioni di fiducia”), i servizi di cronaca e i commenti. I due atti di citazione, lunghi complessivamente 32 pagine, contestano le critiche rivolte al premier a proposito della sua mancata partecipazione a impegni internazionali per la contemporanea partecipazione a incontri con la escort Patrizia D’Addario. Viene anche giudicata diffamatoria la ricostruzione dei rapporti tra gli ambienti vicini al premier e le gerarchie vaticane affinché queste ultime assumessero un atteggiamento indulgente nei confronti del premier. “Diffamatoria”, inoltre, la ricostruzione dei rapporti tra Rai e Mediaset in funzione anti-Murdoch. Viene indicata come lesiva dell’onorabilità del premier l’attribuzione del controllo dell’informazione in Italia e il suo abuso. Contestata pure la citazione di battute di Luciana Littizzetto a proposito dell’utilizzo, da parte del premier, di speciali accorgimenti contro l’impotenza sessuale. “Affermazioni false e lesive dell’onore” del premier del quale, scrive il legale, “hanno leso anche la identità personale presentando l’on. Berlusconi come soggetto che di certo non è, ossia come una persona con problemi di erezione”“. Fantastico… mi viene in mente un bambino offeso col broncio e che batte i piedi… solo che ha a disposizione mezzi legali!

Sfoltita la lista dei nemici di Berlusconi con i relativi provvedimenti atti a zittirli, andiamo avanti con delle dichiarazioni splendide, esilaranti ma scioccanti!
Facciamo riferimento alla decima e ultima domanda di Repubblica, che si riconduceva ovviamente a delle dichiarazioni che aveva lasciato l’ex-moglie Veronica Lario, e riportiamo di seguito la domanda, per meglio comprendere:
10. Alla luce di quanto è emerso in questi due mesi, quali sono, signor presidente, le sue condizioni di salute?
Il premier, dopo l’intervento che dava dell’editore svizzero evasore fiscale a De Benedetti, conclude, in riferimento a questa domanda, così: “Malato? Basterebbe vedere le cose che ho fatto in questi 15 mesi di attività di governo per chiarire che non solo non sono malato, ma che sono Superman. Anzi a me Superman fa ridere…
Non soffermiamoci a queste dichiarazioni, perfavore… e andiamo avanti.
Torniamo sul Giornale, quotidiamo di Berlusconi; sulle accuse di Feltri al direttore dell’Avvenire Dino Boffo, vuole dire la sua anche Gabriele Villa e, forse in un attacco convulsivo di emiliofedismo con un pizzico di feltrinismo, miticizza il nostro amato, credente e praticante Presidente del Consiglio: “Ma le chiacchiere non bastano a crocefiggere una persona. O meglio bastano, sono bastate, solo nel caso di due persone: Gesù Cristo per certi suoi miracoli e, più recentemente, Silvio Berlusconi per certi suoi giri di valzer con signore per la verità molto disponibili.

Ma l’essere disponibili, fa parte del lavoro delle escort, no? Se non fossero disponibili non farebbero le prostitute.

Ma la morale della favola qual’è?
Non lo so… so solo che il premier sta sparando a zero contro tutti, con le sue pallottole giornalistiche e Ghedini&COistiche, che ha dei superpoteri (forse vola pure e gli escono raggi laser dagli occhi!), che è stato crocefisso perchè ha ballato il walzer con delle signorine che ci stavano… e non ho ben capito se è fratello di Gesù e fa i miracoli pure lui…
Un delirio… un vero delirio di ONNIPOTENZA MANIFESTA!

, , , , , , , , ,

Nessun commento

La Repubblica – Le dieci domande a Silvio Berlusconi e la richiesta di risarcimento

Proprio oggi, Silvio Berlusconi chiama in causa La Repubblica per le 10 domande che lei stessa ha pubblicato apertamente sul quotidiano in attesa di una risposta ufficiale del Premier. Ad ora le domande non hanno avuto risposta alcuna, e La Repubblica si è ostinata a pubblicarle, giorno dopo giorno, sulle sue pagine.

Bene… oggi il nostro “beneamato” UTILIZZATORE FINALE ha chiesto un risarcimento di 1 milione di Euro a La Repubblica per la campagna che è stata fatta contro di lui. E’ giusto secondo voi?

Secondo me suona tanto come ricatto… come monito… cosa volete che gliene freghi ad uno che nel solo 2006 ha dichiarato quasi 140 milioni di euro?
Solo per farvi rendere conto… sono quasi 400.000 Euro al giorno… voi in quanto tempo li prendete? E naturalmente era il dichiarato, già pulito dalle spese…
Inoltre ripeto… era solo il dichiarato… a buon intenditore…

Comunque… quali sono queste domande scandalose che La Repubblica ha fatto apertamente al nostro carissimo Cittadino Berlusconi (in inglese Citizen Berlusconi)?
Le pubblico per voi, in modo che se dovessero sparire, qui ne teniamo traccia:

  1. Quando, signor presidente, ha avuto modo di conoscere Noemi Letizia?
    Quante volte ha avuto modo d’incontrarla e dove?
    Ha frequentato e frequenta altre minorenni?
  2. Qual è la ragione che l’ha costretta a non dire la verità per due mesi fornendo quattro versioni diverse per la conoscenza di Noemi prima di fare due tardive ammissioni?
  3. Non trova grave, per la democrazia italiana e per la sua leadership, che lei abbia ricompensato con candidature e promesse di responsabilità politiche le ragazze che la chiamano «papi»?
  4. Lei si è intrattenuto con una prostituta la notte del 4 novembre 2008 e sono decine le “squillo” che, secondo le indagini della magistratura, sono state condotte nelle sue residenze.
    Sapeva che fossero prostitute?
    Se non lo sapeva, è in grado di assicurare che quegli incontri non l’abbiano resa vulnerabile, cioè ricattabile – come le registrazioni di Patrizia D’Addario e le foto di Barbara Montereale dimostrano?
  5. È capitato che “voli di Stato”, senza la sua presenza a bordo, abbiano condotto nelle sue residenze le ospiti delle sue festicciole?
  6. Può dirsi certo che le sue frequentazioni non abbiamo compromesso gli affari di Stato?
    Può rassicurare il Paese e i nostri alleati che nessuna donna, sua ospite, abbia oggi in mano armi di ricatto che ridimensionano la sua autonomia politica, interna e internazionale?
  7. Le sue condotte sono in contraddizione con le sue politiche: lei oggi potrebbe ancora partecipare al Family Day o firmare una legge che punisce il cliente di una prostituta?
  8. Lei ritiene di potersi ancora candidare alla presidenza della Repubblica?
    E, se lo esclude, ritiene che una persona che l’opinione comune considera inadatta al Quirinale, possa adempiere alla funzione di presidente del consiglio?
  9. Lei ha parlato di un «progetto eversivo» che la minaccia.
    Può garantire di non aver usato né di voler usare intelligence e polizie contro testimoni, magistrati, giornalisti?
  10. Alla luce di quanto è emerso in questi due mesi, quali sono, signor presidente, le sue condizioni di salute?

Carissimo Presidente del Consiglio, io mi associo a La Repubblica nel chiederle gentilmente delle risposte. Da libero (più o meno) cittadino, purtroppo obbligato ad essere rappresentato dalla Vostra persona, vorrei che lei ci rispondesse… dovrebbe essere nel diritto di tutti noi sapere cosa lei fa, nel ruolo di nostro rappresentante politico… come giustamente ha anche detto sua figlia in una famosissima intervista! Sua figlia aveva ragione! E non riesco assolutamente a capire come lei abbia fatto a dichiarare di non pentirsi di niente, che lei ha agito come meglio credeva, che lei è una persona magnifica, che crede nella famiglia, che è stato un padre modello…
Come cacchio fa? Non si sente sporco?
Come fa a credere nella famiglia, tradendo sua moglie con delle ragazze molto più giovani di lei, in feste che assomigliano a festini da film pornografico?

Signor Berlusconi, IO NON MI SENTO RAPPRESENTATO DA LEI!

, , , ,

Nessun commento

Libera Informazione – Il fatto quotidiano

Ciao a tutti,

sono qui per dirvi che mi sono abbonato a “Il fatto quotidiano” e non vedo l’ora di poterlo leggere e valutare la bontà del quotidiano!

In questo nuovo quotidiano libero, che non becca un quattrino di finanziamenti pubblici e statali ma è autofinanziato coi soldi degli abbonamenti, scrivono giornalisti dello spessore di Antonio Padellaro (rubrica twitter), Marco Travaglio (rubrica la mosca tzé tzé), Oliviero Beha (rubrica olivernet), Francesco Bonazzi  (rubrica eco-balle) e un tot di altri collaboratori.

Non dico che sarà il quotidiano definitivo e migliore del mondo (anche se lo spero vivamente), ma voglio poterlo valutare di persona ed è per questo che mi sono abbonato! Do il mio piccolo contributo alla nascita del quotidiano e vorrei invitare tutti quanti a fare lo stesso… per vostra informazione ci sono diversi tipi di abbonamento, semestrale, annuale, cartaceo o digitale, in modo da venire incontro a tutte le esigenze e portafogli!

Speriamo che sia un inizio di rivoluzione! Le cose devono cambiare e da qualche parte bisogna partire!

, , , ,

3 Commenti